SOTTOSEZIONE DEL CAI - TORINO

Assemblea Generale Ordinaria dei Soci GEAT

14 dicembre 2017

Ordine del giorno

  • Relazione del Presidente e sua approvazione.
  • Lettura e approvazione del bilancio consuntivo 2016-2017 spese ordinarie e straordinarie.
  • Relazione sommaria gite 2016; presentazione calendario gite 2016.
  • Premiazione soci anziani e nomina soci benemeriti 2017
  • Varie

Relazione del presidente

Cari Soci, grazie per essere qui presenti alla nostra consueta assemblea annuale. L’anno sociale appena terminato si è rivelato un anno intenso in ogni sua attività, come vedremo nel proseguire della mia relazione; spero di non dimenticare nulla. È nato Dante, il secondo nipotino di Mariangela e Egidio Bona. Egidio è un nostro attivo socio, collaboratore e socio CAI della Sezione Riccardo Cassin di Lecco. Sono mancati alcuni nostri soci ed amici che vogliamo ricordare questa sera. Giuseppe Garimoldi socio sessantennale, già Socio Benemerito fin dal 1970. La GEAT ne serba un grande e documentato ricordo per la Sua importante collaborazione, per la straordinaria attività alpinistica e culturale. Ci siamo stretti con la nostra partecipazione al lutto di Antonio Carretta per la morte del papà Michele. Un abbraccio di affettuosa vicinanza a Renzo Panciera per la morte della sorella Marisa, della quale ho un bel ricordo nella Sua cordiale e gentile conversazione telefonica quando cercavo Enzo. Un cordiale ricordo alla memoria di Angelo Cerchio, il marito di Rita, che è stato nostro compagno di escursioni e di trek.

Rifugi e bivacchi

Rifugio GEAT Val Gravio

Sulla traccia delle indicazioni anticipate nell’assemblea sociale dello scorso anno, i lavori annunciati sono stati subito programmati, già a gennaio 2017. Dopo numerose e concentrate pratiche burocratiche, oltre il previsto per nuove disposizioni di permesso edilizio e altro, il coeso gruppo di volontari GEAT ha coadiuvato l’impresa edile, con un indispensabile aiuto manuale e con impegno, per eseguire nel mese di giugno:

  • ricostruzione del muro di sostegno del piazzale per l’ultimo tratto, con sostituzione di tutta la palizzata parapetto a norma di legge;
  • ripristino della rampa ultima di accesso al rifugio rovinato dalle piogge torrenziali;
  • protezione cavo E.E. da centralina, scoperto a terra in due tratti con pericolo di cortocircuito, causa erosione dello stato di terriccio;
  • recupero del vecchio gabinetto, adattato a box bombole;
  • costruzione marciapiede lato sud, con gradini per accedere al locale invernale;
  • recupero dei tronchi abbattuti per la costruzione di panche esterne, con posizionamento dei tronchi nell’area del piazzale sul lato verso il bosco (lavoro da ultimare esteticamente);
  • un'altra cassapanca per sala pranzo.

Nella prossima primavera si provvederà al rifacimento dei primi gradini all’interno, dalla sala da pranzo alle camere, con gradini in legno (sono già pronti i materiali). Inoltre si costruirà una tettoia per il ricovero della legna per stufa, lavoro rimandato per divieto del Parco.

Sono stati anche effettuati interventi sulle tubazioni di captazione dell'acqua della centralina elettrica, con nuovo ancoraggio a monte del tubo principale. Pur essendo scarsa la portata del torrente, si è riusciti ad avere sempre energia elettrica e a pieno carico. BENE!! Desidero sottolineare che senza l’aiuto determinante dei volontari geatini, i lavori non si sarebbero potuti effettuare e che il loro aiuto ha contribuito a contenere i costi. (percorsi circa 2500 km e 500 ore di presenza solo in rifugio)

GRAZIE a

  • Franco Savorè perfetto meccanico e saldatore,
  • Giulio Boero l’uomo dai mille talenti,
  • Giuliano Ferrero attento all’estetica,
  • Paolo Meneghello, un aiuto sempre prezioso in ogni circostanza,
  • Antonio Carretta buon meccanico con vocazione ad altre esperienze;
  • Mario Marinai per interventi logistici urgenti

Un ringraziamento alla Commissione Rifugi della Sezione che ha subito apprezzato la proposta di effettuare i lavori condividendo quanto necessario per le formalità delle pratiche burocratiche.

Rifugio incustodito Marco POCCHIOLA - Giuseppe MENEGHELLO 2.440 m

Quest’anno, dato l’impegno per il rifugio GEAT Valgravio non siamo stati al Pocchiola Meneghello. Abbiamo comunque ben presente la situazione grazie a sopralluoghi demandati ad alcuni escursionisti che su preciso incarico, ci hanno relazionato che il rifugioè in ordine. Nel 2018 saranno trascorsi 40 anni dall'inaugurazione del rifugio. Spero si possa organizzare almeno una gita per la ricorrenza. Probabilmente saranno effettuati lavori di manutenzione edile a carico della proprietà. Attendiamo decisioni in merito e nel caso dovremo andare anche noi.

Bivacco Gino REVELLI 2.610 m

Ispezioni effettuate da Mario Marinai a inizio Novembre 2016 e a Settembre 2017; bivacco in ordine. Sono state acquistate delle nuove coperte che in sostituzione di quelle vecchie e rotte.

Bivacco F.lli LEONESSA 2.910 m

Quest’anno ho passato le consegne per l’ispezione a Davide Forni, che ha accettato con entusiasmo tale compito e ha organizzato una bella gita con Alesssandro Perondi, Andrea Piana e Paolo Piazza. Il bivacco è in ordine e non vi sono immediate necessità. Il prossimo anno si dovranno sostituire le fodere dei materassi e cuscini (in programma ogni tre anni).

Bivacco Franco NEBBIA 2.720 m

In collaborazione con gli amici di Lillaz, Silvia Balliano ha effettuato l’ispezione. È stata portata una nuova coperta e portata a casa la coperta rotta per la riparazione e il lavaggio.

Comunicazione e immagine

E’stato proiettato in sede il filmato del trek in Aspromonte. Si sono effettuate due serate conferenza: “Sulle tracce di Paulke” a cura di Davide Forni e l’altra sulla figura di Eugenio Ferreri a cura di Eugenia Taberna.

Sono stati inseriti nel sito della Sezione del CAI TO due nostri articoli aventi per soggetto i bivacchi che hanno ottenuto numerosa visibilità e apprezzamento.

Bollettino annuale e sito GEAT

La pubblicazione del bollettino è sospesa per mancanza di componenti la redazione. Giuliano FERRERO espone le motivazioni della sospensione, Il sito è puntualmente aggiornato con l’inserimento delle relazioni gite

Ringrazio tutti i soci che hanno collaborato in quest’anno sociale nelle varie applicazioni e competenze.

L’assemblea Generale dei Soci approva l’unanimità la relazione del Presidente.

Gite 2017

Il direttore delle attività Mario Marinai illustra quanto effettuato nel 2017

- Gite sci alpinistiche; programmate 9, annullate 1, partecipanti 102

Gite con racchette programmate 6, partecipanti 61

Gite alpinistiche: programmate 4, annullate 2, partecipanti 20

Gite escursionistiche: programmate 21, annullate 4, partecipanti 224

Trek (Cipro e Cilento): partecipanti 43

Totale partecipanti: 450

Mario Marinai annuncia il programma 2018, di cui è disponibile un volantino distribuito già in questa serata.

Dal nostro gruppo di “Capi gita” hanno frequentato il corso di ASE “Accompagnatore Sezionale di Escursionismo”, Maurizio Bortott e Antonio Carretta; con successo ..non avevamo dubbi!

Bilancio

Il Presidente dettaglia le spese per il periodo dal 1 novembre 2016 al 31 ottobre 2017. I rendiconti sono due:

  • spese ordinarie: la relazione viene approvata all’unanimità dall’Assemblea
  • spese straordinarie – la relazione viene presentata illustrando visivamente i vari capitoli di spesa, per i lavori eseguiti al Rifugio GEAT VALGRAVIO. La relazione delle spese straordinarie viene approvata all’unanimità dall’Assemblea. I due rendiconti sono stati controllati dai Revisori dei Conti in data 17 novembre e approvati dal C.D. del 23 novembre.

Premiazione soci

Abbiamo variato le targhe personalizzandole per la ricorrenza

25 anni- Attilio Ballesio, ma la sua presenza e attività in GEAT è ben più lunga nel tempo sin dalla collaborazione con Eugenio Pocchiola dagli anni 1950 quindi ha vissuto l’evolversi in particolare del rifugio GEAT VALGRAVIO dai primi anni della sua esperienza in GEAT a oggi.

50 anni Giulio BOERO intensa e partecipazione alla vita sociale della GEAT con il valore aggiunto di un insostituibile volontariato.

60 anni Ennio CRISTIANO - traggo da una relazioni di Gianpiero Motti .. “Mi sorprendo a vivere una delle giornate più serene, più tranquille e più felici che io ricordi in montagna. Oggi Va tutto bene , il sole il vento, la roccia che si adatte meravigliosa,mente alle dita. Il SORRISO DI ENNIO, UN ALPINISTA GENTILE di cui sono contento di essere amico”. Sì, Ennio è un’alpinista gentile che tanto ha dato al CAI e alla GEAT , con la targa dei 60 anni vogliamo ricordare il suo contributo nella manutenzione del Bivacco Gino Revelli.

Ci riportano nei ricordi della storia GEAT i 60 anni di ADRIANA TOSA POCCHIOLA per la sua storica appartenenza alle GEAT e la sua continua vicinanza, vogliamo aggiornare i Suoi ricordi con un album fotografico sui rifugi e bivacchi. Così anche per Maddalena Pocchiola Cazzola per i 70 anni e al marito Filippo Cazzola per i 60 anni Attivi “storici della Sottosezione”: grazie e applausi!

Soci Benemeriti

Il Consiglio Direttivo GEAT in data 23 Novembre 2017 all’unanimità ha deliberato la nomina di due soci Benemeriti:

- il dr. Enrico Fornelli con la seguente motivazione: :per l’importante assistenza nella gestione e verifica della contabilità economica della nostra Sottosezione. ( socio benemerito n. 59);

- la signora Silvia Balliano, con la seguente motivazione: per i sopralluoghi e l’impegno nel controllo delle fodere dei cuscini e materassi dei bivacchi, gestendo le necessità di ricambio; in particolare per le ispezioni ai bivacchi F.lli Leonessa e Franco Nebbia ( socia benemerita n.60).

Questa Assemblea, come abbiamo visto, oltre alle relazioni di escursioni e ascensioni è caratterizzata dal forte impegno nel volontariato sociale.

Termino con un tratto dell’intervista a Don Luigi Ciotti che alla domanda: «Quale volontariato vorrebbe nel CAI di Domani?», risponde: «La parola volontariato viene associata al senso di gratuità e generosità e responsabilità.. Non solo di “buon cuore” è il prendersi cura del bene comune che cresce solo con il nostro impegno e che permette alle nostre vite di trovare un orientamento, una realizzazione, una dignità. Non è un di più , ma l’essenza stessa del nostro essere cittadini» (Intervista a Don Luigi Ciotti - Montagne 360 settembre 2015)

Auguri di Buon Natale e Felice Anno a tutti Voi e alle vostre famiglie.

La segretaria Rosalba Piglia, il presidente Gianfranco Rapetta

 

 

Galleria foto