SOTTOSEZIONE DEL CAI - TORINO

Sant'Ignazio 900 m

Valli di Lanzo

19 novembre 2017 
Pessinetto 590 m

Anche quest'anno siamo all'ultima gita estiva per concludere il 2017. Ci troviamo così al bar/pasticceria di Germagnano per un caffè e magari un ottimo croissant. Poi in auto fino a Pessinetto Fuori. Qui alle 9 in 29 partecipanti si parte su una bella mulattiera per S. Ignazio, attraverso un bel bosco di betulle, castagni e qualche faggio; più in alto giungiamo alla frazione Costa.

Si nota che la mulattiera in passato era percorribile anche di notte: sono ancora visibili i pali che sostengono i lampioni, per illuminare il percorso, ma oramai in completo abbandono. Dopo circa un'ora siamo a Gisola, il paese del sole. Anche oggi non si smentisce. Attraversando la frazione tra le case si nota la scritta "scuola" su una antica casa, anche questa ormai abbandonata da anni. Un vero peccato vedere queste vestigia del passato che stanno cadendo. Superata la chiesa, il sentiero entra di nuovo nel bosco e in 30 minuti siamo a Tortore, dove, davanti alla chiesetta della frazione, scattiamo delle foto del gruppo. Breve giro tra i vicoli e le case, spesso abitate solo in estate e nei fine settimana, alcune in fase di decadenza.

Prima del pranzo andiamo a visitare il Museo del Giocattolo, un vero gioiello del nostro passato. Ci riporta indietro nel tempo, a quando eravamo giovanissimi e giocavamo con trenini, soldatini, automobiline, cavallini e bambole. Da vedere assolutamente.

Dopo il museo andiamo al Ristorante. Alle 12.30 tutti a tavola, siamo in 35 e qui cominciano le danze con le portate, cibi semplici ma ottimi e molto abbondanti tanto da riempire anche chi ha lo stomaco vuoto, magari dal giorno precedente. Ma la portata che ci ha fatto più piacere è stata una grande torta alla panna con frutti colorati che riprendeva i colori del nostro stemma e la scritta CAI Torino. Eravamo emozionati, ci aspettavamo il dolce ma questo nessuno fino a oggi ci aveva pensato a fare un pensiero così gradito. La torta è stata fotografata da ogni angolazione.

Alle 15 inizia la discesa. L'aria comincia a essere fresca, ma dopo pochi minuti per me e Luisa una bella sorpresa, la nostra nipotina Marta armata di bastoncini con i suoi genitori ci aspetta sul sentiero. Una discesa di 90 minuti ed eccoci a Lanzo, qui in 8 andiamo a recuperare le auto lasciate a Pessinetto al mattino. Intanto il sole era sceso e l'aria era diventata fredda e l'oscurità ci avvolgeva. Scambio di saluti in modo particolare con i nostri amici del CAI di Bizzarone (Como), che malgrado i chilometri che ci separano sentiamo sempre molto vicini. Questa la cronaca di una bella domenica passata camminando e mangiando con un'ottima compagnia. Grazie a tutti.

Mario e Marialuisa Marinai
Foto di Antonio Carretta

Galleria foto