SOTTOSEZIONE DEL CAI - TORINO

Serres des Granges 1718 m

Valle di Susa

15 gennaio 2017 
Bardonecchia

Forti della recente nevicata, partiamo in 7 più la cagnetta Bimba per la prima gita invernale con le racchette da neve del 2017, diretti in Valle di Susa, precisamente a Bardonecchia. La meta è il villaggio (ormai abbandonato) di Serres des Granges, quotato 1718 m. Partiamo dopo aver lasciato le auto alla fine del Borgo Vecchio di Bardonecchia 1350 m circa. Fa molto freddo, ma il cielo azzurro ci anticipa un bel soleggiamento. Ci incamminiamo sulla strada in parte ghiacciata in direzione del colle del Frejus (sentiero 722). Alla prima deviazione su sentiero calziamo le ciaspole; solito test degli ARTVA e poi saliamo. La neve si fa sempre più bella e il sole comincia a scaldare; ogni tanto rincontriamo la strada fino all’inizio vero e proprio del sentiero. Manca poco a mezzogiorno ed arriviamo alla meta prestabilita, le Serres des Granges, a 1718 m, un gruppo di baite diroccate e una fontana completamente ghiacciata. È presto e complici la neve e il sole, decidiamo di proseguire in direzione delle successive frazioni. Adesso la neve non è stata ancora pestata: ci sono solamente tracce di animali, che attraggono un po’ Bimba fuori sentiero, prontamente richiamata. Nel rado bosco l’ambiente è silenzioso, la neve fresca ammanta tutto e possiamo apprezzare quello che ci circonda: una giornata magnifica! Guardo l’altimetro, che segna 1850 m circa, e l’orologio e decido che per oggi può anche bastare: 500 m di dislivello saliti vanno benissimo per la prima gita. Torniamo indietro alle Granges, dove facciamo una lunga sosta per il pranzo davanti all’unica casetta ancora in piedi, illuminati da un bel sole, seduti su panche di legno, intorno ad un bel tavolo. Faccio la solita battuta: il più bel ristorante del mondo! Un bel momento di convivialità tra battute e risate; dopo qualche foto riprendiamo la discesa. Ad uno spiazzo ben innevato facciamo una breve esercitazione di ricerca ARTVA. Alle auto finisce questa bella gita, veramente azzeccata, con tutti i partecipanti soddisfatti, compreso un volenteroso nuovo socio CAI alla sua prima gita sociale. Alle prossime.

Testo e foto Antonio Carretta

Galleria foto