SOTTOSEZIONE DEL CAI - TORINO

Pala Rusà 2292 m

Valle di Viù

10 marzo 2019 
Pian Benot

 

In questo inverno anomalo, finalmente una bella gita con le racchette da neve. Personalmente ho indossato le ciaspole per la prima volta in questa gita, prima solo i ramponi, quando si raggiungeva la neve gelata. Al solito appuntamento, ex Maffei, ci ritroviamo in nove, altri due ci raggiungono a Viù. La strada sino a Pian Benot è sgombra dalla neve, ma la nevicata di giovedì ha dato una nuova imbiancata a quel versante della montagna.

Il primo tratto della gita costeggia le piste da sci di Pian Benot, a cui seguono una salita tra radi arbusti, alcuni pendii aperti, un breve canale per raggiungere il colle delle Lance e la cresta finale alla Pala Rusà.

Alla partenza mettiamo quasi subito le ciaspole. Salendo si può notare il contrasto della montagna: abbastanza innevata nei versanti a nord e spoglia di neve in quelli a sud. Intanto piano piano incomincia a soffiare il vento, con il suo caratteristico rumore e con il rincorrersi veloce delle nuvole nel cielo terso. Quando Gianfranco ed io arriviamo al colle delle Lance, il vento è aumentato ed alcune volte fatico a contrastare le raffiche più forti. Dal colle si apre una nuova visuale su un’altra valle e all’orizzonte nuove cime. Nel frattempo il gruppo, più veloce di noi, è già arrivato in cima, ma non si è trattenuto a lungo causa le raffiche di vento, solo il tempo per ammirare il panorama e scattare le classiche foto. Noi li incrociamo sugli ultimi tratti di salita verso la cima; Mario ritorna con noi sino in punta. Grazie! Dalla sommità possiamo notare la bufera di vento e neve sui monti verso il Gran Paradiso. Nella sosta pranzo una raffica di vento, più forte, fa volare nella scarpata sottostante la custodia delle ciaspole di Paolo e il borsino del cibo di Giuseppe, che non possono essere recuperati, perché troppo pericoloso. Il perdurare del vento non ci concede di prolungare la sosta e quindi, contenti, riprendiamo la via del ritorno. Alle macchine, festeggiamo l’ultima gita invernale con panettone, spumante e Coca Cola.

Un ringraziamento ai capi gita Mario Marinai e Roberto Boselli.

Silvia Balliano
Foto di Antonio Carretta e Gianfranco Rapetta

 

 

Galleria foto