SOTTOSEZIONE DEL CAI - TORINO

Gran Tournalin 3370 m

Valtournenche

15 settembre 2018 
Cheneil

 

Gita effettuata in sostituzione dell'uscita sociale all'Uja di Bessanese, annullata per il maltempo previsto nella giornata di domenica.

Come sempre i giorni precedenti le uscite sociali di cui siamo accompagnatori ci vedono frequentare tutti i siti web delle previsioni meteo che conosciamo, confrontandoci poi via messaggio sulle nostre impressioni. Questa volta non fa eccezione: una volta conclamate le brutte previsioni meteo, specie per la giornata di domenica, organizziamo in poco tempo un'alternativa per il sabato.

Si andrà a fare il Grand Tournalin in Valtournenche, una gita escursionistica al limite con l'alpinismo facile per alcuni passaggi nella parte finale. Tuttavia l'ambiente è molto severo e maestoso e così, dopo un rapido giro di chiamate il sabato mattina, siamo in 8 alla partenza da Cheneil.

Il cielo è in parte nuvoloso, ma nulla osta alla nostra progressione; arriviamo in breve tempo al colletto che separa il Gran dal Petit Tournalin. Qua le nubi si addensano ma non sembrano minacciare pioggia; pertanto iniziamo la salita della cresta, talvolta aerea ma mai difficile. Qualche passaggio è attrezzato con catene e cavi d'acciaio ma nessuno di noi si trova in difficoltà e così arriviamo velocemente in cima. Panorama neanche a parlarne, troppe nuvole, ma il piacere di aver raggiunto una bella vetta e l'allegria di tutta la compagnia rendono piacevole la nostra pausa ristoratrice prima di scendere.

Cominciata la discesa, arriviamo in poco tempo al colletto, dove decidiamo di salire anche il Petit Tournalin, che ci accoglie con la cima sgombra di nuvole e ci permette anche di godere dell'ambiente che ci circonda.

Altra pausa e poi finalmente si ridiscende. Nell'ultimo tratto prima di arrivare a Cheneil, ci toglieremo pure lo sfizio di prendere l'ascensore per scendere fino al parcheggio!

Tutti contenti e allegri alla discesa: è stata una bella uscita, nonostante tutti si sia dispiaciuti per non aver effettuato la salita all'Uja di Bessanese.

Pazienza, confidiamo di riuscire a salirla il prossimo anno con un tempo che ci permetta di godere di un'ascensione così bella e famosa.

Testo e foto Davide Forni

 

 

Galleria foto