SOTTOSEZIONE DEL CAI - TORINO

ARCHIVIO GITE 2015: Traversata del Monte di Portofino

22 novembre 2015 Che bel coraggio alzarsi alle quattro del mattino e per qualcuno anche prima per poter prendere il treno alla stazione del Lingotto alle 5,39! Ci siamo trovati in 14 per un viaggio che dura circa 3 ore; qualcuno chiacchiera, altri dormono! Arrivo a Camogli alle 8.30, una veloce colazione al bar della Stazione, per le 9 tutti pronti per cominciare a camminare, temperatura fredda e tempo bello. Ci aspetta una bella scalinata: in salita i primi 200 metri fino alla Chiesa di San Rocco, poi giù in discesa con bel tratto di sentiero fino a punta Chiappa, una lingua di roccia protesa sul mare. Qualcuno resta deluso perché è composta da un agglomerato che sembra quasi calcestruzzo. Tempo per qualche foto e poi affrontiamo un sentiero ripido e faticoso, fino a ricongiungerci alle Batterie con il sentiero che da San Rocco porta a San Fruttuoso. A questo punto abbiamo seguito il tracciato che ci porta al Passo del Bacio con passaggi un po’ esposti, però resi sicuri dalla presenza di catene, questo è il motivo per cui la gita è considerata EE (escursionisti esperti). Da questo punto i panorami si susseguono uno più bello dell’altro, c’è un bellissimo sole che permette di camminare anche in pantaloncini e t-shirt…! Tutti i partecipanti sono entusiasti soprattutto coloro che fanno questo percorso per la prima volta. Scesi quasi alla Cala dell’Oro e risaliti poi al Colletto, abbiamo fatto la sosta pranzo, devo dire abbastanza veloce in quanto siamo in ritardo sulla tabella di marcia. Poi in discesa a San Fruttuoso, questa volta non molto affollata: causa il mare mosso non transitavano i traghetti, quindi si vedono solo escursionisti che come noi sono arrivati a piedi, da Portofino o da Camogli. Speravamo di trovare il bar aperto per un buon caffè, invece dopo le fotografie abbiamo ripreso il cammino in direzione delle Pietre Strette, salita più lunga e faticosa di tutta l’escursione 450 m, se consideriamo che tra i saliscendi già fatti si calcola un totale di circa 1.050 m di salita (non sono pochi per una gita al mare). Pietre Strette, nome appropriato perché si vede bene una stretta apertura tra due grossi massi, dove è presente una fontana. La discesa comincia dopo un tratto in piano e continua dolcemente fino alle prime case di Santa Margherita Ligure (arrivo alle h. 16,15 circa). Ci infiliamo nel centro del paese in mezzo ai villeggianti e poi tutti in panetteria per riempirci di focacce di tutti i generi, brindando con una buona birra alla riuscita della buona gita. Tutti in stazione, la gita è finita e non poteva andar meglio di com’è andata. Alle h. 17.16 tutti sul treno e arrivo alla stazione Lingotto alle 20,30.

Antonio Carretta

Galleria foto

© Foto di Antonio Carretta